Running Italia

Atletica, podismo e allenamento per i runners

Pulsazioni alte

Ritratto di crileo
crileo | Gio, 20/12/2018 - 10:58

Salve a tutti, sono nuovo del forum e mi presento: ho 55 anni faccio l'elettricista industriale e corro da circa 3 anni senza grosse pretese, sfidando solo me stesso e l'età arrivando a sessioni circa 35 Km alla velocità media di 10,5 Kmh e mi accontento, anche se la media delle mie uscite si ferma sui 20/25 km alla volta. cerco di migliorare pian piano mirando piu che altro alla distanza cercando di coprire la maratona, anche se a questa velocità faccio ridere..eh,eh. Adesso ho un quesito: corro portando sempre la fascia cardio POLAR H10 e tengo sotto controllo i battiti. Io normalmente sto abbastanza basso a riposo (40/45 bpm) ma nella corsa sto sempre o quasi sopra i 150/155 (praticamente quasi sempre in fascia anaerobica) la mia massima calcolata è 175; ultimamente, le ultime 4 uscite, è anche peggio perchè viaggio parecchio più alto con una media di oltre 160 con punte a 180!!! anche se sto abbastanza bene e non me ne rendo molto conto. C'è da dire che normalmente corro solo il sabato e la Domenica mattina presto, dato il lavoro, mentre questo periodo sono in ferie ed esco a correre un giorno sì ed uno no. Qualcuno sa aiutarmi a capire per quale motivo arrivo a correre in fascia rossa senza accorgermene?

Grazie a tutti e un saluto

#visite: 855

Risposte

Buongiorno Crileo, partiamo dal presupposto che concentrare le uscite due volte di seguito la settimana non permette al tuo organismo di dare un adattamento progressivo ottimale, tuttavia questo ti ha portato ad arrivare a lunghi da 35 km. A 155 non sei i zona anaerobica, ma tra il fondo lento ed il fondo medio. È fisiologico che anche partendo ad un ritmo di 145/150 bpm si arrivi a fine seduta a 5-6 bpm in più, è la fatica che viene accumulata. Tutto nella norma. A 180 non potrebbe essere un errore del cardio, perché saresti in seduta lattacida e potresti resistere a quel ritmo solo pochissimo tempo per poi doverti fermare a causa della eccessiva produzione di lattato, È il meccanismo di difesa del nostro organismo per non andare fuori giri
La maratona arriverai a farla, ma se posso, aggiungi anche solo u a seduta infrasettimanale anche solo di 30', ti servirà per dare memoria al tuo corpo dell'impegno
Ciao
Andrea

Buon anno Andrea ( spero non ti offenda se ti do del TU),Ti ho scritto in passato ottenendo sempre validi consigli.
Riallacciandomi al post di Crileo, ti vorrei chiedere:
anch'io ho i battiti alti, soprattutto fino ai 500/700 metri iniziali (a volte arrivano anche a 188/200) e quando corro, sia che sia allenato o non, i miei battiti sono sempre 152/163 ( frequenza media) e 168/172 ( frequenza massima) dati rilevati con fascia al petto e cardiofrequenzimetro Garmin Forerunn. A riposo dopo anni di allenamenti ho 58/62 battiti.
Siccome non avverto mai sensazioni di eccessivo affanno, mi sono sempre domandato se è il mio corpo che geneticamente predisposto a frequenze del genere ( sai non credo mai a tabelle generiche in base all'età anagrafica).
Ho 58 anni e le visite agonistiche non hanno mai evidenziato problemi sotto sforzo.
Vorrei un tuo parere.
Ciao, Luigi

Grazie Andrea e cercherò di seguire il tuo consiglio anche durante le settimane "piene", magari la sera. Quando invece ad esempio sono in ferie, come in questo periodo, è meglio alternare (ad esempio un giorno sì ed uno no) oppure anche tutti i giorni va bene? Poi però non capisco come possa sbagliare il cardio...la posizione è sempre quella, più o meno, la batteria non la lascio mai scendere sotto al 50% ed a parte possibili ritardi di trasmissione bluetooth con il cell no capisco come può leggere dati sbagliati...che cosa posso controllare?
Inoltre qualche consiglio per aiutarmi ad aumentare la velocità media, che rimane da tempo intorno ai 10,2/10,5 Kmh e non riesco ad aumentare...anche se ci provo ci riesco per un tratto e anche a 12...poi finisco a 9 ed alla fine la media è sempre quella.:)

Sul discorso tecnico non saprei come aiutarti , ma capita a volte anche a me. Parliamo sempre di frequenze che possono essere disturbate da situazioni esterne. Sulla velocità media invece occorre fare un discorso diverso. Il miglioramento lo avrai progressivamente. Devi alternare sedute di fondo lento con sedute di fartlek o variazioni di ritmo , poi dopo circa un mese vedrai che eseguendo la stessa seduta di fondo , la media risulterà leggermente più veloce. Il farlek e le variazioni sono alternanza di velocità rapida a velocità lenta su distanze variabili secondo gli obiettivi che vogliamo ottenere. Puoi fare 1' svelto ed 1' lento, parti con 5 ripetizioni ed arriva piano piano a 10. Fatlek è a sensazione, sia il ritmo che il recupero. In questo modo vedrai che il cuore oscillerà in alto ed in basso. Recupera poi gg alla fine del mese e poi prova ad uscire per la solita seduta e vedrai che avrai un miglioramento
Ciao
Andrea

Dai il tuo parere

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.
Ebook Download

Domande più popolari

Ritratto di Elle Antonio

Ciao amici, un programma per una maratona in 3:15 per autunno e' disponibile ? Grazie a chi risponde

Risposte 19
Ritratto di Raffaele84

Buonasera se salto un alleamento da una tabella che stai seguendo non succede niente a livello atletico

Risposte 19
Ritratto di Matilde Weisz

Salve a tutti
ad aprile vorrei correre la mia prima mezza maratona. Attualmente corro un paio di volte a... leggi tutto

Risposte 16
Ritratto di abebebiki

Salve a tutti. Sono Antonio e da un anno mi sono avvicinato al running e sono veramente entusiasta della mia scelta... leggi tutto

Risposte 15
Ritratto di Stefano Terenghi

Ciao a tutti!! Sono Stefano Terenghi e corro per passione! E da tempo che mi sorge una domanda che è: per quale... leggi tutto

Risposte 14