Ma in una 20-21 km ...

Ritratto di Miky87
Miky87 | Sab, 13/07/2019 - 18:04

Ma in una 20-21 km devo fermarmi e ristorarmi durante la corsa oppure senza sosta?

#visite: 222

Risposte

Non è obbligatorio, chiaro che il tempo non di ferma, quindi BV se uno ha ambizioni cronometriche li farà correndo, bevendo mentre prosegue nella corsa a piccoli sorsi
Di contro, se si vuole solo completare la corsa si può sostare e bere più tranquillamente
Ciao
Andrea

No Andrea ho domandato perché ieri ho fatto i miei soliti 20km poi mi sono voluto spingere oltre ma le gambe ormai non reggevano più anche se di fiato ne avevo ancora. Pero il corpo non reggeva più.

Probabilmente non hai ancora completamente la distanza nelle gambe , di conseguenza arrivi al limite fisiologico muscolare. Considera che chi gareggia sulle 21 ( parlo di agonisti ) per preparare la distanza a ritmo gara fanno sedute di fino a 28 km per creare la base aerobica necessaria. Credo che nel tuo caso sia sufficiente arrivare un paio di volte a 20/21 per migliorare la sensazione. In fin dei conti tu stesso dicevi che le prime volte ti sentivi allo stesso modo per arrivare a 16/18 , no ? È in adattamento progressivo del tuo fisico

Si infatti Andrea hai ragione. Ora riesco ad arrivare a 20, però arrivo troppo sfinito. Quindi tu dici che è solo una questione di allenamento?

Certo come lo è stato per 18. Occorre ripetere più volte la distanza per permettere la memorizzazione della stessa. Se tu facessi 3 volte 24 in ed alla 4° facessi solo 21 km alla stessa velocità dei 24 delle precedenti sedute, non arriveresti sfinito, te lo assicuro

Io domani ho i 20km a velocità più elevata ed a scatti..

Beh di sicuro non arriverai più riposato , ma sempre molto stanco. Non so chi ti abbia messo una 20km "a scatti", non ha molto senso, basterebbero delle variazioni di ritmo da 500 MT più svelte e più lente per una decina di volte per dare uno stimolo più gestibile. Comunque chi ti ha scritto la tabella avrà le sue metodiche sulle quali non mi permetto di disquisire.

Uh scusa Andrea volevo scrivere 10 km

Già meglio ma comunque gli scatti servono a chi fa calcio o tennis su distanze brevissime . Per il mezzofondo meglio variare i ritmi ,ma in modo non violento permettendo al cuore di salire e scendere con più gradualità.

Falsi Andrea forse non mi so spiegare scusa l'ignoranza per scatti intendevo che corto 13kmh poi scendo a 8 poi di nuovo a 12-13 poi a 8-9.

Non capisco Miky , ma non preoccuparti fai come ti hanno detto tranquillo

Non mi ha detto niente e nessuno Andrea. Allora io mi alleno 4 vlt a settimana 2 lunghi (20 km) e 2 più brevi ma più intensi. Nei 2 lunghi, la velocità è sui 9.5, 10.5 kmh. Mentre quando mi alleno sui 10 km, la velocità è di 12-13 kmh, poi scendo sui 8 kmh e poi riprendo a velocità elevate (arrivo anche a pochi tratti a 14.5 kmh).

2 volte settimana, lunghi ma a velocità più lenta

2 volte a settimana, più brevi ma alterni a velocità elevate

Niente. Non c'è più risposta

Diciamo che si tratta di un farlek. Non è sbagliato, lo puoi eseguire ma cercando di gestirlo più volte su distanze sempre diverse. Magari non guardare il ritmo in particolare ma fissati un punto avanti a 200 /300 od anche 1000 MT da eseguire a ritmo più svelto poi recupera quanto necessario e ripeto questo più volte. Ti aiuterà anche mentalmente a predissarti dei traguardi

Fisicamente che benefici ne posso trarre?

Grazie Andrea come sempre molto chiaro.

Dai il tuo parere

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.