Pietro Mennea

Pietro: l'uomo gentile entrato nel mito

di Andrea Poidomani - Gio, 21/03/2013 - 23:54

Di lui si è detto molto, entrando nel mito dell'atletica dalla porta principale da subito.
E' stata una delle poche vere celebrità dell'atletica, capace di far appassionare a questo sport anche chi normalmente sogna di correre dietro un pallone. In Italia le star in questo mondo sono state pochissime, quelle che si sono distinte anche per la signorilità e la professionalità ancora meno, e lui era ed è tra questi.
Ma è quasi inutile dilungarsi in elogi che suonano ad epitaffio postumo, che lasciano il tempo che trovano e suonano quasi retorici o "pro forma".
A noi piace continuare a pensare a Pietro mentre fa quella curva rimontando su uno, due, tre avversari fino a tagliare il traguardo della storia. Io non c'ero, o meglio ero nato da poco, ma quei 200m del 1979 li ho sempre visti e vissuti come fosse ogni volta una diretta, ogni volta una nuova sfida.
Grazie Pietro, grazie per averci dato queste emozioni, grazie per averci fatto sognare, ma grazie soprattutto per essere stato un uomo gentile.

Ritratto di Andrea Poidomani
Laureato in informatica, dopo una lunga parentesi torinese, ritorno alle mie origini per trasferirmi in Sicilia. Da sempre sono stato appassionato di sport, ma soprattutto di atletica.
Blog personale
Profilo Twitter
Sito web

Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.