Running Italia

Atletica, podismo e allenamento per i runners

Trauma sportivo: agire tempestivamente e limitare i danni

di Running Italia - Ven, 26/10/2018 - 12:11
In caso di trauma sportivo è importante sapere come agire tempestivamente e quali accorgimenti prendere per evitare che il danno peggiori.
Trauma sportivo

Quando si pratica un'attività sportiva, purtroppo possono verificarsi degli incidenti più o meno gravi. In questi casi è importante agire subito. Per uno sportivo è sicuramente molto importante ed utile conoscere quali sono i traumi più frequenti, come intervenire e cosa evitare di fare.

Per prevenire gli infortuni o limitare l'entità del danno è consigliabile fare attenzione alla sicurezza del luogo dove si svolge l'attività fisica, effettuare un adeguato riscaldamento e indossare un abbigliamento appropriato.


Contusioni

Questo tipo di trauma si verifica in seguito ad un violento urto di una parte del corpo con un corpo estraneo, un avversario o un oggetto esterno. I principali sintomi che caratterizzano una contusione sono gonfiore, arrossamento, piccoli lividi o ecchimosi.

Un adeguato intervento in caso di contusione prevede l'applicazione di impacchi freddi e ghiaccio sulla parte interessata, per limitare gonfiore e versamenti di sangue; sono da evitare i massaggi che hanno effetto contrario.



trauma

Stiramenti e strappi

Questo tipo di traumi è caratterizzato dalla lacerazione delle fibre muscolari (poche fibre negli stiramenti o numerose fibre per gli strappi). I principali sintomi sono dolore acuto, impossibilità di compiere movimenti, ematoma per rottura di capillari sanguigni, formazione di piccolo nodulo sottocutaneo o avvallamento a seguito della rottura delle fibre muscolari.

In questi casi, un intervento adeguato consiste nell'immobilizzare la parte interessata, effettuare immediati impacchi freddi e consultare un medico.


Crampi

I crampi sono contrazioni involontarie di un muscolo, accompagnate da dolore e incapacità di compiere movimento. Questo tipo di trauma può essere determinato da formazione di acido lattico (sforzi eccessivi), una non adeguata irrorazione sanguigna a causa del freddo, una posizione forzata.

Al fine di ridurre il dolore dovuto ad un crampo, è consigliabile cercare di distendere il muscolo contratto; effettuare massaggi con movimenti lenti e appropriati, evitando sforzi.



piede

Leggi anche:

Riscaldamento: perché è importante prima di iniziare a correre





Ferite e abrasioni

Con questo tipo di traumi si verifica una rottura della cute con fuoriuscita di sangue; le abrasioni coinvolgono gli strati superficiali, mentre le ferite sono più profonde. La sintomatologia tipica è la fuoriuscita di sangue e bruciore.

Per evitare che la ferita possa peggiorare, è importante disinfettare con acqua ossigenata o prodotti affini e applicare una garza sterile. Se la ferita è stata causata da un oggetto arrugginito, verificare se il soggetto è stato vaccinato (vaccino antitetanico), in caso contrario è necessario provvedere presso il più vicino ambulatorio ospedaliero. Evitare massaggi che favorirebbero l'emorragia.


Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.
X

Ricevi un nuovo articolo ogni settimana

Iscriviti alla Newsletter