Maratona di Roma 2013

I 14.000 della Maratona di Roma 2013

di Salvatore Pisana - Mar, 19/03/2013 - 13:59

In un clima tutt'altro che primaverile si è svolta domenica 17 Marzo la 19^ edizione della Acea Maratona di Roma. Quest'anno gli organizzatori sono stati tenuti in bilico fino all'ultimo e solo la fumata bianca di metà settimana ha garatito lo svolgimento della Maratona Capitolina anche se con un percorso un pò modificato data la concomitanza del primo Angelus di Papa Francesco.
La competizione, che ha visto al via oltre 14.000 partenti, si è risolta in una sfida tutta africana. A complicare le cose si è aggiunto anche un freddo abbastanza raro nella capitale in questo periodo, che ha finito per appesantire le prestazioni cronometriche.
A vincere è stato l’etiope Getachew Terfa Negari in 2h07:56 (1h03:43 a metà), davanti al connazionale Girmany Birhanu Gebru (2h08:11) e al keniota Stephen Kwelio Chemlany (2h08:30); quinto posto per il vincitore dell’edizione 2012, Luka Lokobe Kanda, altro atleta del Kenya con 2h08:50.
La gara si è decisa intorno al 40km, quando Negari ha prodotto l’azione che ha definito il podio, allungando la fila senza possibilità per gli avversari. A livello statistico, da notare il curioso punteggio di 5-5 nel match Kenya-Etiopia all’interno delle prime dieci posizioni (in sei al di sotto delle 2h10; primo europeo, il portoghese Ferreira, tredicesimo in 2h14:53; primo italiano, Andrea Zambelli, Atletica Scandiano, 26esimo in 2:34:34).

Tra le donne, vince la keniana Helena Loshanyang Kirop, in un buon 2h24:40, realizzato con una con una bella progressione nel finale, attacco intorno al trentesimo km dopo l’1h11:58 di metà percorso. Anche tra le donne dominio africano, con sei etiopi e due keniote nelle prime dieci classificate al traguardo (prima europea, e terza assoluta, la turca di origine etiope Sultan Haydar, 2h27:10).
La prova speciale della handbike va ad Alex Zanardi: il campione paralimpico di Londra 2012 ha vinto in 1h12:15 (terzo successo per l’azzurro, dopo le vittorie del 2010 e 2012).
Oltre 40.000 i partecipanti alla stracittadina di 4km (45.000 il dato ufficiale degli organizzatori), tra i quali anche il bronzo olimpico del salto triplo Fabrizio Donato, impegnato a sostegno della causa di "Sport senza frontiere onlus", associazione che si occupa di diffondere la pratica sportiva tra i bambini disagiati. A premiare i vincitori, il presidente della FIDAL Alfio Giomi, che ha dato il via con il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ed il Segretario generale del CONI, Roberto Fabbricini.

UOMINI/Men
1. Getachew Terfa Negari (ETH) 2:07:56
2. Girmay Birhanu Gebru (ETH) 2:08:11
3. Stephen Kwelio Chemlany (KEN) 2:08:30
4. Haile Haja Gemeda (ETH) 2:08:35
5. Luka Lokobe Kanda (KEN) 2:08:50
6. Samson Kiprono Barmao (KEN) 2:09:47
7. Botoru Tsegaye Wolde (ETH) 2:10:00
8. Philemon Kipchumba Kisang (KEN) 2:10:27
9. Bekana Daba Tolesa (ETH) 2:11:16
10. Patrick Kiptanui Korir (KEN) 2:11:32

DONNE/Women
1. Helena Loshanyang Kirop (KEN) 2:24:40
2. Selomie Getnet Kassa (ETH) 2:25:15
3. Sultan Haydar (TUR) 2:27:10
4. Ashu Kasim Rabo (ETH) 2:30:10
5. Alem Fikre Kifle (ETH) 2:30:13
6. Hellen Wanjiku Mugo (KEN) 2:32:12
7. Nadezhda Leonteva (RUS) 2:32:14
8. Biruktayit Eshetu Degefa (ETH) 2:32:52
9. Sechale Dalasa Adugna (ETH) 2:34:43
10. Alemtsehay Mesfin Demse (ETH) 2:41:03

CLASSIFICA HANDBIKE
1. Alex Zanardi (ITA) 1:12:15
2. Mauro Cratassa (ITA) 1:18:38
3. Saverio Di Bari (ITA) 1:24:15

Ritratto di Salvatore Pisana
Laureato in scienze motorie, è allenatore di mezzofondo di fama nazionale
Facebook profile

Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.