Salve a tutti, sono un ...

Ritratto di Lears1996
Lears1996 | Sab, 23/07/2022 - 17:18

Salve a tutti, sono un ragazzo di 26 anni che si é approcciato alla corsa per la prima volta qualche mese fa per la partecipazione ad un concorso nelle forze dell'ordine (vice isp. Polizia penitenziaria).
La prova piu ardua per me è il famoso : 1000 m in 3:55.
Vi racconto cio che ho ottenuto fin ora, ho iniziato ad allenarmi il 6 giugno 2022 per la prima volta nell atletica leggera, in particolar modo nella corsa; da premettere che il mio stato di forma fisica era più che pessimo, considerando che quel giorno non sono riuscito a chiudere i 1000 m, ovvero arrivato a ridosso degli 800 ho esaurito tutte le energie e purtroppo mi sono fermato. Da quel giorno in poi grazie ad un mirato allenamento ed un preparatore atletico son riuscito a chiudere i 1000m per la prima volta in 4:49 nella seconda settimana, e man mano che i giorni passavano son riuscito a migliorare fino a raggiungere il mio risultato migliore mercoledì 20 luglio, chiudendo i 1000 in 4:10.
Il problema è che questo tempo l ho realizzato fermandomi e passeggiando per un abbondante 5/6 secondi sui 700m perche iniziavo ad avvertire un senso di nausea, probabilmente perche li stavo correndo ad un ritmo troppo alto.
Oltre cio il preparatore ci sarà fino al 29 luglio, dopodiche per 15/20 giorni dovro allenarmi da solo.
Cio che vi chiedo è :
1. Considerando che 1000m li ho chiusi in 4:10 fermandomi e passeggiando, il mio reale tempo sui 1000m e migliore di questo?
2. Se avete qualche consiglio su come allenarmi in assenza del preparatore per raggiungere il mio obiettivo.
3. Quanto posso migliorare ancora considerando che le prove di efficienza fisica saranno presumibilmente a settembre/ottobre?

Grazie in anticipo per le risposte

#visite: 156

Risposte

Dimenticavo delle informazioni importanti, attualmente mi alleno 3 volte a settimana, attualmente eseguo due giorni ripetute che variano dai 200 ai 600 ed un giorno di fondo per 40/50 minuti.
Mi alleno per causa di forza maggiore con il caldo su una temperatura di 30/35°avvolte anche più in pista.

Buongiorno. Cerchiamo di rispondere alle tue domande
1. No, in quanto se ti sei dovuto fermare era proprio perchè il tuo corpo aveva prodotto troppo acido lattico (senso di nausea) e non ti permetteva di andare oltre. Partendo leggermente più lento lo avresti completato sempre correndo, ma con un tempo molto simile o di 2" inferiore forse.

2. Il tuo preparatore ti darà sicuramente le sedute da eseguire in sua assenza , si tratta solo di scrivertele con distanze e tempi da rispettare. Diventa difficile darti delle indicazioni senza avere una traccia precisa di quanto fatto almeno nell'ultimo mese

3. Io credo che sia assolutamente possibile raggiungere l'obiettivo, mancando 2 mesi alla prova si possono tranquillamente togliere 15"

IL caldo ha certamente una certa incidenza e temperature di questo tipo influiscono negativamente sulle sedute. Io inserirei una seduta con una ripetuta sugli 800 così da aumentare la resistenza sul "ritmo gara" che sarà quello della prova, magari con un bel 200 prima e dopo l'800.
Ciao
Andrea

Grazie per le risposte, e per il consiglio sugli 800 m, ne parlero col preparatore per inserirle nell allenamento e abituarimi al ritmo gara

Dai il tuo parere

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.