Pubalgia

Ritratto di massimiliano acerbis
massimiliano acerbis | Gio, 28/01/2016 - 12:30

ciao a tutti ...sono un corridore amatoriale e avrei bisogno di un consiglio da qualcuno con esperienza se possibile. dopo una maratona fatta 3mesi fa mi è stata diagnosticata una pubalgia che mi impedisce di correre per un fastidio tra addominale e inguine .sono fermo e ho provato con antiinfiammatori ma quando sembra passata alla prima corsa ritorna.mi sono deciso a provare una terapia..o tecaterapia o crioterapia ...qualcuno sa la più efficace per questi problemi? grazie in anticipo per il consiglio.

#visite: 2795

Risposte

Ciao Massimiliano, entrando subito nel problema penso che sia la tecar e sia la crioterapia sono valide per far fronte al dolore e magari ristabilire uno stato apparente di benessere. La cosa che reputo fondamentale è stabilire la causa, cioè determinare perché ti è venuta la pubalgia per evitare di incorrere nello stesso problema. Quindi dovresti fare un percorso parallelo, far passare il problema e trovata la causa lavorare per eliminare il fattore scatenante.

Per mia esperienza personale risolta in circa 6 mesi, per prima cosa bisogna accertare il livello della tendineopatia (pubalgia) mediante un'ecografia e un RX bacino.
Quindi stare a completo riposo per almeno 2 mesi, abbinando tecar e laser terapia a seconda del livello (io ho fatto 15 sedute) nel contempo scoprire la causa con l'aiuto di un fisioterapista/manipolatore perché sicuramente sei da sistemare nelle posture e/o rotazioni del bacino.
Poi inizierai a fare degli esercizi di stretching per più giorni alla settimana, poi riprenderai camminando.
Armati di pazienza perché ci vorrà tempo ma tranquillo che riprenderai a correre.

Per mia esperienza personale risolta in circa 6 mesi, per prima cosa bisogna accertare il livello della tendineopatia (pubalgia) mediante un'ecografia e un RX bacino.
Quindi stare a completo riposo per almeno 2 mesi, abbinando tecar e laser terapia a seconda del livello (io ho fatto 15 sedute) nel contempo scoprire la causa con l'aiuto di un fisioterapista/manipolatore perché sicuramente sei da sistemare nelle posture e/o rotazioni del bacino.
Poi inizierai a fare degli esercizi di stretching per più giorni alla settimana, poi riprenderai camminando.
Armati di pazienza perché ci vorrà tempo ma tranquillo che riprenderai a correre.

grazie a tutti per i consigli.adesso sono in cura da uno steopta che mi sta rimettendo in asse .....secondo lui dovremmo risolvere con pazienza e streccing .io sono un pò scettico !!!stiamo a vedere.

Ci sono passato anch'io purtroppo e ti posso dire che le varie terapie (tecar, laser terapia ecc. ecc.) sono dei palliativi, pero' cio' non toglie che non si possono fare.... ma il rimedio migliore é il riposo, la pazienza e il core stability!
Il mio consiglio, una volta passato il periodo acuto, é quello di fare esercizi di addominali, dorsali, glutei e adduttori, praticamente devi rinforzare il core con gli esercizi di core stability appunto.
Comunque la bella notizie é che se ne esce e poi se continuerai a tenere il core forte non tornerà...
Saluti Tiziano

Dai il tuo parere

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.