Buonasera a tutti, mi chiamo ...

Ritratto di Gaetano60
Gaetano60 | Mer, 09/09/2020 - 20:58

Buonasera a tutti, mi chiamo Gaetano, ho 60 anni, e pratico il running da 10 anni. Sono incappato in una coxalgia. E' comparsa due mesi e 24 giorni fa. Dopo una seduta da 12 km, ho avvertito un improvviso dolore all'anca sx. sulla cresta iliaca. Stop di 12 giorni, riprendo...e sembra passato. Dopo 5-6 allenamenti, torna, e non se n'è più andato. Ciclo di onde d'urto radiali (tre) senza risultato. dopo un mese e mezzo, secondo ciclo di onde d'urto focali. Dolore decisamente calato, ma non del tutto. Se lo cerco, lui arriva, blando, ma arriva. Mini test di corsa per vedere lo stato dell'arte. Primo km zero dolore, ai 1500 inizia il fastidio, al 2° km è diventato dolore, e mi fermo. SOS!

#visite: 246

Risposte

Gaetano buonasera. Innanzi tutto tengo a precisare che non sono un medico e che credo e spero a diagnosticarti questo problema sia una persona dotata di laurea specialistica.
Per esperienza, solitamente le persone che soffrono di questo problema, ne soffrono in modo derivato, questo significa che se non è per un trauma diretto le cause possono essere:

-problematiche del piede, ginocchio e bacino
-posture scorrette
-sovraccarichi funzionali

Se così fosse, anche se il dolore ti passasse tornerebbe alla ripresa dell'attività. Occorre quindi risalire alla radice del problema, di conseguenza il dolore passerà.
Le uniche persone che possono aiutarti seriamente sono un fisiatra od un osteopata che possano individuare eventuali scompensi ed agire di conseguenza
In bocca al lupo
Andrea

Buonasera, Andrea. Intanto grazie del gradito commento. Il fisiatra, l'avevo contattato: sia nel 2017, quando per la prima volta impattai con questa problematica (probabile sovraccarico...feci un semi-trail da 21K ). Sia ora, con questa recidiva che si presentata dopo 3 anni esatti, e sempre all'anca sx. Quest'ultima visita non ha fatto altro che diagnosticare ciò che già sapevo. Dopo aver esaminato ecografia e radiografia, mi ha proposto il solito ciclo di onde d'urto. Ciclo che ho terminato pochi giorni fa. Questo secondo episodio a distanza di tre anni mi ha portato, ora, a pensare che il problema sia proprio quello da Lei esposto. Ho pensato: - vuoi vedere che ultimamente corro con una cattiva postura e di conseguenza vado a caricare male la zona dell'anca... Andrò a giorni da un buon osteopata (figura verso la quale ho sempre nutrito un certo scetticismo). Speriamo bene... una cordiale saluto. Gaetano

Devo confessare che fino a 8 anni fa non avevo mai frequentato un osteopata e devo essere altrettanto sincero, credo che per uno sportivo sia efficace tanto quanto un buon massaggiatore.
Scarico delle tensioni per il secondo e riassetto del primo allungano la vita degli atleti.
Comunque provare di persona e fare una valutazione personale è sempre la cosa migliore.
Ciao
Andrea

Dai il tuo parere

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.