Running Italia

Atletica, podismo e allenamento per i runners

Cultura aziendale: prendersi cura della salute dei dipendenti

di Running Italia - Mer, 24/02/2016 - 17:34

Il mantenimento di una dieta equilibrata ed il regolare svolgimento di attività fisica rappresentano abitudini importanti per la salute delle persone e si trovano sempre più al centro dell’attenzione mediatica. Tra i promotori di queste pratiche troviamo da qualche anno società (internazionali e non) consapevoli del fatto che migliorare lo stile di vita dei propri dipendenti può portare, nel lungo periodo, a grandi benefici anche economici.

Per questa ragione Intel porta avanti da anni un programma in tre passaggi che mira a proteggere e fortificare la salute dei suoi dipendenti. Grazie ai controlli periodici e ai consigli personalizzati messi a disposizione dei lavoratori, i fattori di rischio per la salute sono drasticamente diminuiti e la produttività aumentata, portando ad un ritorno economico del 500% rispetto all’investimento iniziale.


Uno studio condotto da Unilever in collaborazione con la scuola di medicina di Harvard sembra confermare questi numeri, suggerendo che per ogni 1,50 Euro investiti nella salute dei dipendenti se ne guadagnerebbero in media 5,60.

A Shopalike (la piattaforma di comparazione prodotti con sede a Berlino) i dipendenti vengono spronati all’attività fisica tramite lezioni di yoga (tenute all’interno degli uffici stessi), l’affito settimanale di campi da calcetto o beach volley e l’organizzazione periodica di eventi sportivi, il tutto a spese dell’azienda.

Per quanto riguarda la corsa in particolare, Shopalike prende parte ogni anno alla Berliner FirmenLauf, una competizione podistica tra aziende (molte delle quali appartenenti alla scena tech) che si svolge a Berlino ogni estate.



cultura aziendale

Foto: "Berliner Firmenlauf 2015" di Mike's SightRunning Berlin


L’evento è strutturato come una staffetta su una distanza totale di 21 Km (l’equivalente di una mezza maratona) e premia il team di corridori che – in gruppi di cinque e dandosi il cambio ogni 4 Km – riesce a completare il percorso nel minore tempo possibile.


Abbiamo chiesto a Giuseppe Longo, senior sales manager di Shopalike.it, quale impatto pensa abbiano queste iniziative sul rendimento e in generale sull’umore dell’impiegato medio.

“Lavorare nel digitale è una cosa estremamente stimolante, ma si traduce spesso nello stare seduti ad una scrivania otto ore al giorno (pratica non proprio consigliabile da un punto di vista medico). Trovo che offrire ai dipendenti una forma di compensazione che faccia bene a corpo e mente sia una buona idea e un ottimo modo per mantenere alti il morale, la produttività e l’energia del team. Insieme allo sport vanno ovviamente considerati tanti altri fattori che influenzano la salute del singolo e l’armonia dell’ambiente di lavoro, come la nutrizione e - in generale - i livelli di stress. Se i ritmi di produttività aziendali ti costringono a lavorare dodici ore al giorno tutti i giorni non ci sono davvero sessioni di Yoga o partite di calcetto che tengano. Anche in questo senso, però, sono convinto che la cultura aziendale su cui si fonda ShopAlike faccia un ottimo lavoro nel garantire ritmi umani che lascino spazio per una vita al di fuori dell’azienda e per la realizzazione dell’individuo.”

Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.
X

Ricevi un nuovo articolo ogni settimana

Iscriviti alla Newsletter