Running Italia

Atletica, podismo e allenamento per i runners

Ultimi commenti

  • Commento a: 10km a 45 anni. Che tempo?   3 mesi 1 giorno fa

    Hai utilizzato il verbo giusto giusto Giovy, divertirsi. Se ti sei divertito ed hai corso bene credo che il tempo sia secondario, di contro se vuoi paragonarti ad altri atleti della tua stessa età ti posso dire che si tratta di un buon inizio. Sono due concetti completamente differenti però. La sensazione di benessere, felicità e libertà è ben diversa dall'agonismo , anche se portato a livelli amatoriali. Quindi, con questi presupposti , SI' , credo tu sia andato bene. Ti migliorerai ancora , perché sei costante negli allenamenti e perché ti piace provare quelle belle sensazioni che la corsa infonde nel nostro corpo. Benvenuto nel mondo dei runners
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: 10km a 45 anni. Che tempo?   3 mesi 2 giorni fa

    ovviamente la mia è una domanda mancava il ?

  • Commento a: Quando la corsa aiuta a sopportare la malattia   3 mesi 4 giorni fa
    Io andavo a cavallo e giocavo con tavola e aquiloni da trazione... adesso sn un catorcio
  • Commento a: Quale potrebbe essere il prossimo passo?   3 mesi 2 settimane fa

    Grazie Andrea. Seguirò il tuo consiglio, anche se ieri ho tentato dopo i primi 5 di camminata e 10 di corsa 5 di camminata, 20 di corsa consecutivi con un buon livello di freschezza alla fine.

  • Commento a: Quale potrebbe essere il prossimo passo?   3 mesi 2 settimane fa

    Buongiorno Marino, sicuramente dovrai andare ad agire sul cammino. Alterna la corsa a solo 3' di cammino, poi risuci ancora il cammino fino ad eliminarlo nei prossimi mesi. Tutto dipende dal tuo obiettivo, ma questo sarebbe il percorso per chi vuole arrivare a correre 30/40' consecutivamente
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Arrivare sui 3:30   3 mesi 2 settimane fa

    Dalla tua presentazione mancano non pochi elementi per formulare un concreto piano di allenamenti per farti migliorare per cui mi limito a illustrare alcune linee guida molto generali senza scendere nei particolari. Secondo la mia esperienza, non breve, occorre lavorare in due fondamentali direzioni. La prima insistere con il lungo lento arrivando a correre,anche a ritmi non eccessivi per un numero di minuti via via crescente per sviluppare e rinforzare i capillari sino a far diventare la corsa la tua natura o qualcosa di molto simile oltre a sviluppare aerobicità al massimo livello. Penso che caricare la mente di tempi da rispettare, almeno nella fase iniziale, alla lunga possa anche creare ulteriore stress e non è certamente una finalità della corsa come ha ben riassunto Cassinelli. La seconda direzione è quella di lavorare sulla velocità. Distanze dai 60 agli 80 metri da ripetere n volte a progredire . Ciò aiuta a togliere vischiosità alla tua azione atletica, a renderti reattivo e anche migliorare la meccanica di corsa. Non sono mai stato un grande sostenitore delle ripetute o ancor meno dell'interval training .Comunque ogni atleta è un caso particolare e dovrebbe imparare a conoscersi a fondo per trovare i lavori adeguati ai propri obiettivi. Comunque affidarsi ad un bravo allenatore in carne ed ossa è il miglior consiglio che posso darti.

  • Commento a: Arrivare sui 3:30   3 mesi 2 settimane fa

    Buongiorno Tiziano. Alle sedute di interval training inseriscine una di corsa che arrivi a 40' tranquilli. I 1000 sono già una prova aerobica e necessitano di una base adeguata. Le ripetute sono troppo uguali ed allo stesso ritmo. Dopo un buon riscaldamento e qualche allungo , esegui un 800 a in 3' poi recupera 4' e fai 3x200 in 42" con 2' di recupero, oppure 3x500 in 1'45/47" rec 6' tra le prove . Questi sono metodi per stimolare il fisico stressandolo. Alterna a sedute di corsa per un recupero attivo
    Ovviamente la settimana del test non devi fare queste sedute
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Scegliere una scarpa da corsa   3 mesi 3 settimane fa

    Ok grazie

  • Commento a: Scegliere una scarpa da corsa   3 mesi 3 settimane fa

    Il consiglio migliore che uno ti possa dare è andare in un negozio specializzato. Il commesso, se serio, ti farà provare 3/4 paia tra i quali scegliere. Ognuno di noi ha una propria pianta del piede. Se corri soltanto senza fare allenamenti specifici chiedi una ammortizzata. Le tue articolazioni ti ringrazieranno
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Buongiorno, chiedo un informazione, mi ...   3 mesi 3 settimane fa

    Difficile da capire Francesco. Un caso isolato può essere stato conseguenza di tante situazioni concomitanti, di malesseri passeggeri di stagione, non mi preoccuperei. Una pietanza che ti ha infastidito durante la digestione, uno stato influenzale in incubaxione, stanchezza dei giorni precedenti, etc. Ovviamente, nel caso dovesse recapitare, dovrai andare da un medico per approfondire
    In bocca al lupo per la 21
    Ciao
    Andrea

Pagine