Ultimi commenti

  • Commento a: Buongiorno, Sono molto preoccupato perché ...   1 mese 4 giorni fa

    E invece a me mi fermò (oltre al lockdown) una bella pubalgia che ha pure lasciato qualche sintomo tipo conflitto femoro-acetabolare anche se l'ortopedico l'ha scartato, e ti assicuro che a parte la ginnastica rieducativa e posturale non potevo fare molto, solo camminare zoppo...e lo facevo ma i giorni sono diventati 100!
    Adesso, pian piano, cerco di tornare alle vecchie condizioni ma sto affrontando stati simili a quelli descritti da Dosankos oltre che ad un senso di spossatezza dopo le uscite. redo che non basti sentirsi un atleta purtroppo.

  • Commento a: Buongiorno Andrea, oggi ho fatto ...   1 mese 4 giorni fa

    Ciao Miky87, anche io sto avendo un'esperienza simile che volevo condividere con Andrea e con tutti voi. Fino a Febbraio le mie prestazioni giravano intorno ad un ritmo di 4:40 - 5:00 sui 15 Km ed intorno ai 5:15 - 5:30 sui 20-25 km e facevo anche dei lunghi di più di 30-35 Km con ritmi 5:40 - 6:00 senza grosse difficoltà ed i miei limiti erano più che altro meccanici (postura, piriforme, tendini doloranti) ma mai come fiato. A Febbraio tendinopatia dell'adduttore che mi ha causato una forte pubalgia, poi pure il lockdown che ha rallentato le cure e la ripresa. Da Maggio pian piano ho ricominciato ritrovando la forza di ri-superare i 20 Km anche se con ritmo un po' più rilassato di prima (sento ancora un doloretto all'adduttore che mi tiene per un filo) e potrei accontentarmi MA....spesso a fermarmi o almeno ad obbligarmi a rallentare è la sensazione di mancanza di fiato sempre intorno ai 10K, nonostante cerchi di ritmare la respirazione come avevo sempre fatto.....le pulsazioni OK, io le ho sempre avute "strane" per la mia età di 57 anni e cioè basse a riposo (50) ed altine sotto sforzo (circa 178) ed adesso sono come sempre.....stessa domanda : sarà il caldo che è venuto molto all'improvviso? Oppure sono molto più fuori allenamento di quanto creda? Oppure devo preoccuparmi??

  • Commento a: Ciao a tutti e complimenti ...   1 mese 1 settimana fa

    Ciao Mauro, avendo una FC Max di 178 bpm il tuo fondo lento lo avrai tra le 140/150 bpm ed il medio introno alle 165/168 Bpm ed l'interval training ( ripetute ) intorno ai ritmi di FC max
    A questo punto i conti tornano e puoi correre tranquillamente a frequenze di 150 bpm nelle sedute lunghe. Ovviamente i battiti aumenteranno leggermente a fine seduta a causa della fatica, ma tutto nella norma.
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Ciao a tutti e complimenti ...   1 mese 1 settimana fa

    Andrea ciao, è passato più di un mese e sto continuando il mio percorso di corsa lenta che mi avevi suggerito con soddisfazione sia sul piano della FC che della distanza. Ti scrivo in quanto ho poi fatto quel test per la FC massima che mi avevi suggerito ottenendo dal mio cardio frequenzimetro una frequenza massima di 178 bpm. Grazie per un tuo commento o ulteriore consiglio. Ciao Mauro

  • Commento a: Buonasera a tuttiHo appena ...   1 mese 3 settimane fa

    Grazie mille per i consigli farò così

  • Commento a: Buonasera a tuttiHo appena ...   1 mese 3 settimane fa

    Direi che la partenza è quella ottimale ed anche il tempo a disposizione è decisamente adeguato.
    Personalmente farei 4 gg a settimana dedicandoci circa un ora al massimo complessiva.
    Puoi continuare indicativamente come stai facendo ora.
    Dovrai progressivamente cercare di arrivare a 40' di corsa continua, ma senza fretta, avendo il concorso tra 8 mesi puoi arrivarci tranquillamente i 2/3 mesi
    Ora puoi alternare la corsa con tratti di passo, cercando ogni settimana di fare 1' in più di corsa rispetto al precedente.
    Un paio dei 4 gg potrai fare 20' di corsa ( inizialmente alternata al passo come ti indicavo) eseguendo alla fine stretching ed un circuito di forza generale dove svilupperai gambe/glutei/addome/braccia
    10 ripetizioni per esercizio ( per cominciare ) con pause di 45" tra gli esercizi da ripetere in due serie con 4' di recupero tra le due serie
    (es. affonti/alnci posteriori/ plank/ flessioni da ripetere due volte in quest'ordine)
    poi alla fine 3/4 allunghi di 80 mt per sciogliere le gambe
    Questo per un paio di settimane per poi aumentare i carichi e le distanze
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Buonasera a tuttiHo appena ...   1 mese 3 settimane fa

    Ciao grazie per avermi risposto, per il concorso orientamentativamente avrei anche 8 mesi, sono studentessa quindi potrei gestire abbastanza bene i miei orari, potrei dedicare quasi tutti i giorni, per ora dal momento che parto davvero da zero sto facendo qualche corsetta per attivarmi, in più faccio un po' di sollevamento pesi e sto cercando di fare un po' di flessioni per ora aiutandomi ancora con la palla fitness

  • Commento a: Buonasera a tuttiHo appena ...   1 mese 3 settimane fa

    Buongiorno Catrin , innanzitutto occorre capire la base di partenza. Sicuramente hai un fisco molto leggero e nella corsa aiuta moltissimo.
    Hai già praticato attività fisica? Cosa stai facendo ora?
    Quando avrai il concorso e quanto tempo puoi dedicare all'allenamento e quanti giorni a settimana.?
    Questo solo per fare una valutazione generale per poi entrare nello specifico
    Ciao
    Andrea

  • Commento a: Andrea è da un bel po' ...   1 mese 4 settimane fa

    Grazie Andrea

  • Commento a: Arrivare al 10km per poi andare su distanze maggiori   2 mesi 6 ore fa

    Buongiorno Giraldo. Esistono più metodi per monitorare le intensità delle sedute.
    1. Frequenza cardiaca
    2. Respirazione
    3. Percezione dello sforzo
    In tutti e tre i metodi occorre acquisire una certa sensibilità e saper adattare di conseguenza l'allenamento.
    Personalmente se sei all'inizio andrei con la terza, perchè più istintiva. Inutile basarsi su frequenze e ritmi, se quel giorno si è particolarmente stanchi a causa del lavoro o non si è dormito molto.
    La percezione dello sforzo ti permette di capire il tuo stato ed essere onesto con te stesso.
    La frequenza cardiaca è precisa ed affidabile, a patto che la situazione sia standard.
    Poniamo il caso che tu provenga da 2-3 gg particolarmente impegnativi ed abbia in programma una seduta di interval training, potrebbe essere che il cuore non salga particolarmente perchè già affaticato non riuscendo a raggiungere i picchi previsti. Può capitare te lo assicuro
    In quel caso sforzeresti ancora di più affaticandoti ulteriormente. Questo purtroppo le tabelle standard non lo dicono.
    In ragione di ciò consiglio di andare a sensazione, così da abituarsi ad ascoltare il proprio corpo. Percezione che diventerà utile anche successivamente
    Ciao
    Andrea