XV edizione della Maratona di Praga

di Anonimo - Gio, 13/05/2010 - 15:03

Tutti vincitori, nessuno escluso! Tutti giunti con onore al traguardo e per tutti, al di là del responso cronometrico, l’ambito premio della medaglia al collo. Questo l’eccezionale verdetto per i tantissimi podisti iblei, appartenenti alle due maggiori associazioni della Città di Ragusa (Barocco Running e Atletica Padua) che, con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport del Comune di Ragusa, lo scorso 9 maggio sono volati nella Repubblica Ceca per correre la XV edizione della Maratona di Praga.

Tanti i corridori, di qualsiasi livello, provenienti da ogni parte del mondo e presenti per uno degli appuntamenti europei più prestigiosi e popolari grazie all’ottima organizzazione ed al percorso di rara bellezza. Buona la presenza di italiani con la città di Ragusa sicuramente fra le più rappresentate con addirittura 34 atleti ai nastri di partenza: di questi ben 27 appartenenti alla giovane Barocco Running Ragusa del Presidente Giorgio Platania e 7 della Atletica Padua. Una spedizione da record senza precedenti. Partenza della gara da brividi dalla splendida e rinomata Piazza dell’Orologio per proseguire lungo tutti i siti turistici più importanti della città di Praga. Assistenza agli atleti costante, pubblico numeroso presente per tutti i 42,195 km, incitante e oltre modo caloroso, e svariate animazioni lungo tutto il percorso. Dal punto di vista prettamente sportivo, nonostante un percorso non proprio favorevole per via dei tanti “sampietrini”, i podisti ragusani si sono visti ripagare i sacrifici di tanti mesi di preparazione ottenendo ottimi risultati; qualcuno addirittura è riuscito nell’impresa di battere il proprio record personale. Per quanto riguarda i ragazzi della Barocco Running grande la prova di Bruno Trigona, risultato il più veloce di tutto il gruppo ibleo, che con estrema lucidità è riuscito a fissare il cronometro in 3h08’25”. A seguire, vale la pena di citarli tutti, gli altri podisti della “Barocco Running” in base al real time di arrivo: Daniele Criscione (3h11’27”), Salvo Gennuso (3h18’09”), Margareth Maia (3h18’50”), Giorgio Platania a fianco per tutta la gara con Saro Raniolo e giunti al traguardo insieme con il tempo di 3h22’59”, Carmelo Pulino (3h24’34”), Annamaria La Carrubba (3h25’21”), Luca Migliore (3h31’31”) ed ancora Giacomo Pluchino (3h43’06”), Luca Guccione (prima maratona - 3h45’12”), Fabio Ferrito (3h45’13”), Antonio Zisa (3h46’51”), Salvo Burrafato (3h48’53”), Patrizia Rollo (3h58’18”), Laura Cascone (prima maratona - 4h09’43”), Patrizia Ianelli (4h17’28), Lina Carnemolla e Livio Intorrella giunti insieme al traguardo in 4h46’52”nonostante durante la gara colti da infortunio ed infine Maddalena Accalai, anch’essa alla sua prima partecipazione in gare di questa distanza con il tempo di 5h29’01”. Per quanto riguarda i ragazzi dell’Atletica Padua, invece, ottima la prova di Antonello Rizzo che ha bloccato il cronometro in 3h11’48” così come quella di Alfonso Parisi (3h12’41”) e Salvatore Rinzivillo (3h17’35”); a seguire i fratelli Pino ed Emanuele Criscione rispettivamente in 3h21’07” e 3h43’54”, Mario Tumino (3h47’30”) e Rossella Trovato (3h52’42”). In contemporanea si è disputata anche la “maratona in staffetta” (4 frazioni di cui le prime 3 da 10 km e l’ultimo tratto da 12,195 km ), che si è corsa sullo stesso percorso della maratona classica; la Barocco Running si è presentata ai nastri di partenza con ben 2 squadre; la squadra composta da Dale Stachurski, Rosa Chiaramonte e Gianni Canzonieri ha simpaticamente prevalso con il tempo di 4h11’19” sull’altra costituita da Annalisa Cassì, Mariella Floridia, Annarita Iacono e Mirella Mazza che ha totalizzato, invece, 4h26’30”. Nota stonata il forfait dell’ultimo momento di Luca Genovese, Franca Cosentini e Peppe Iacono che, nonostante iscritti alla manifestazione, non hanno potuto essere ai nastri di partenza insieme agli altri. < Un’esperienza favolosa, forse un’impresa, riferisce Giorgio Platania Presidente della “Barocco Running Ragusa”, siamo andati a Praga con il chiaro intento di dimostrare quale deve essere lo spirito di noi atleti amatori, correre divertendosi. Ovviamente, nessuno di noi si è risparmiato in gara ed è arrivato al traguardo secondo propri i limiti. Complimenti a tutti i podisti ragusani che si sono cimentati con entusiasmo e professionalità in questa maratona”. Un ringraziamento speciale a tutti coloro che ci hanno accompagnato e che ci hanno aspettato alla fine dei 42,195 Km testimoni di ogni nostro singolo arrivo, di ogni nostra singola emozione. La gioia dei loro volti ci ha ripagato ampiamente dello sforzo sostenuto>>.

Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.

Commenti

Siete uno splendido gruppo. Come posso fare ad unirmi a voi?. Marcello