Running Italia

Atletica, podismo e allenamento per i runners

Running Day, una giornata dedicata alla prevenzione

di Andrea Cassanelli - Lun, 10/07/2017 - 19:16
Running Day, una giornata dedicata alla prevenzione dei potenziali infortuni tipici di chi pratica la corsa, in compagnia dei professionisti del settore: osteopati, nutrizionisti e fisiatri

A Luglio, presso il poliambulatorio Take Care di Milano, si è tenuto il Running Day, giornata interamente dedicata alla cura e soprattutto prevenzione dei potenziali infortuni tipici di chi pratica la corsa.

Definirlo poliambulatorio potrebbe risultare riduttivo, visto gli strumenti a disposizione dell’atleta: dall'analisi dell'appoggio fino alla correzione posturale del soggetto.

La giornata ha avuto inizio con un workshop che, sulla carta, doveva intrattenerci circa un’ora, ma che in sostanza si è protratto per ben due, colpevoli le domande e la partecipazione dei runner intervenuti che hanno trovato nei loro interlocutori persone estremamente competenti e disponibili.


Il Dr. Paolo Pezzali, il Dr. Danilo Cariolo e il Dr. Luca Dal Molin, nell'ordine Osteopata, Nutrizionista e Fisiatra, nonostante il poco tempo a disposizione, hanno saputo catalizzare l'attenzione su alcuni argomenti chiave per la preparazione del runner.

Abbiamo quindi appreso come sia fondamentale avere una buona mobilità del bacino, nel quale si inseriscono le articolazioni inferiori e la colonna vertebrale e dell’importanza di prendersene cura per evitare errate compensazioni posturali.

All’incontro si è parlato anche di nutrizione e di come sia importante una corretta alimentazione, in termini di cura e prevenzione di situazioni infiammatorie ed in termini di approccio alla seduta di allenamento.



Moltissimi runner amano o devono correre di mattina presto e molti svolgono l'attività a digiuno; abitudine da correggere se non si vuole intaccare negativamente la parte muscolare, che il metabolismo va ad aggredire quando si trova con scarsa disponibilità di sostanze nutritive.

Nel caso ce ne fosse ancora bisogno, si è rafforzato il concetto di corretta idratazione e di come ogni soggetto, in base al sesso e al grado di sudorazione, abbia una propria necessità di bere maggiormente rispetto ad un altro. Questo concetto assume particolare importanza quando lo si associa alle lunghe distanze. Mentre per distanze fino a 10 km può non esservi la necessità di ricorrere ai rifornimenti durante la gara, per distanze superiori l'idratazione diventa un aspetto importante fino a diventare parte della preparazione gara quando si affrontano distanze come la maratona. In questo caso, saltare già il primo rifornimento potrebbe compromettere il risultato finale. Ricordiamoci sempre che quando avvertiamo lo stimolo della sete è ormai troppo tardi.


Ultimo argomento, ma non certo per importanza, la prevenzione ed il trattamento degli infortuni. In questo caso intervenire subito fa la differenza nel successivo recupero. Abbiamo appurato che la prima terapia da applicare in tutti i tipi di infortuni, anche muscolari, è il ghiaccio. Dato per scontato da alcuni, ma ancora sottovalutato dai più. Il ghiaccio infatti ha la funzione di intervenire dove si verifica uno stato infiammatorio dovuto ad un trauma o affaticamento. Più applicazioni intervallate daranno sicuramente sollievo e prepareranno il terreno all'operatore medico per diagnosi e cura del problema.



prevenzione

Il pezzo forte della giornata è stato il Walker View: sofisticato tapis roulant in grado di analizzare il passo, la ripartizione dei pesi e delle spinte, proiettando su di uno schermo la vostra immagine in 3D. Dai dati raccolti sarà poi possibile apportare le eventuali correzioni alla postura ed alla tecnica di corsa.

Una giornata di sicuro interesse che ha permesso ai partecipanti di usufruire gratuitamente di tutti i professionisti del settore, facendo diventare il centro un sicuro punto di riferimento per i runner.


Atleta e Tecnico Fidal tesserato per la S.G. La Patria Carpi

Scrivi un commento

Accedi o Registrati per inserire il tuo commento.